martedì 29 ottobre 2019

Come imparare il microblading? Ecco i migliori corsi a Milano


Il microblading è una tecnica molto usata per effettuare tatuaggi iper-realistici. La procedura e gli strumenti usati permettono di disegnare le ciglia in maniera naturale, dando un senso di definizione e ordine. Cerchiamo a questo punto di fare chiarezza circa le differenze tra tatuaggio classico e microblading, segnalando quelli che sono i migliori corsi per imparare i microblading a Milano.

Tatuaggio classico e microblading: Le differenze

Il tatuaggio classico a seguito della tecnica utilizzata e delle attrezzature previste per l'esecuzione, rischierebbero di produrre risultati poco naturali con linee tendenti allo scolorimento. Spesso i tatuaggi a distanza di tempo presentano sezioni poco definite. Le linee a lungo andare in alcuni casi sembrano addirittura sgranarsi.

 Tutto questo è assolutamente da evitare se si opera in una parte delicata e altamente esposta come quella del viso. Gli aghi usati nel microblading sono piccolissimi ed imbevuti in pigmenti colorati che permettono di realizzare tratti definiti e precisi. La linea che è possibile ottenere con questa attrezzatura è perfettamente similare a quella di un vero pelo umano.

I migliori corsi di microblading a Milano

Tra i corsi più quotati nella città di Milano per quanto riguarda il microblading troviamo: Professione Accademia, Swiss Color, J Academy, OxyNail e la rinomata scuola di Jurgita Jasiunaite. Ognuno di questi corsi ha un numero di partecipanti variabile. Come anche quello delle lezioni da seguire, il totale delle ore da impiegare nell'esercitazione pratica, libri o dispense da usare e molto altro.

Lo start-kit è previsto a seconda del costo del corso. In linea generale a fine corso viene sempre proposto un esame, una volta superato l'alunno ha diritto ad un attestato di riconoscimento. Per quanto riguarda i temi trattati, possiamo dire che sono tutti riguardanti i punti focali dell'argomento. Tra i più importanti troviamo:

 - Cenni anatomici: in base alla forma del viso trattato che può essere squadrato, a triangolo ribaltato, rotondo o di qualsiasi altra forma, l'insegnante darà dritte utili a capire quali possono essere linee e curve più adatte.

 - Gestione dell'attrezzatura e del lavoro: ogni alunno deve uscire dal corso sicuro del suo operato. Verranno date dritte importanti circa la gestione degli appuntamenti, del materiale utilizzato e soprattutto verranno dati consigli per velocizzare il lavoro se si lavora in autonomia. Spesso gli allievi una volta usciti dal corso si ritrovano ad operare in studi privi di staff di supporto, ecco quindi che è essenziale avere tutto l'occorrente a portata di mano e collocato nella giusta posizione.

- Salute e igiene della pelle: non tutti i tipi di pelle possono essere trattati, in caso di particolari problematiche è meglio evitare trattamenti di microblading. Ecco quindi che verrà insegnato come riconoscere malattie della pelle e soprattutto come pulirla al meglio prima d'iniziare il trattamento.

- Spiegazione dell'attrezzatura: verrà fatta chiarezza sulle funzioni dei vari attrezzi utilizzati. Per ognuno di loro verrà indicata anche la giusta procedura di conservazione e pulizia.

 - Regole di sicurezza: sia personale che del cliente. Operando con degli aghi è sempre bene sapere come muoversi per tutelare la propria salute e quella dei clienti. Assenza d'igiene, utilizzo sbagliato degli strumenti e molte altre disattenzioni possono causare infezioni ed altre sorprese indesiderate.

 - Correzione dei lavori/ritocchi: potrebbe capitare d'intervenire su un lavoro sbagliato o da riprendere di un altro collega. Ecco quindi che verranno dati consigli circa la giusta correzione o ritocco del lavoro. Per tutto questo sono previste vere e proprie nozioni di visagismo.

- Esercitazioni pratiche: su carta o su materiale sintetico. In modo da provare con la pratica quanto appreso dalla teoria.

 - Creme anestetizzanti: è possibile usarle per i clienti con soglie di dolore basse, anche se come trattamento possiamo definirlo molto delicato e recante un dolore pienamente sopportabile. Verranno fornite indicazioni circa le creme anestetizzanti più consigliate e verrà insegnato a prevenire eventuali reazioni allergiche.

Scelta di un corso di microblading

Un corso di questa tipologia deve essere scelto principalmente in base all'insegnante che lo offre. È importante quindi valutare il portfolio dei suoi lavori ed il suo curriculum In ogni caso è bene non farsi mai prendere dalla fretta. Quando si parla di estetica e di salute bisogna sempre valutare al meglio ogni aspetto del corso, il rapporto qualità/prezzo deve essere alto, altrimenti evitate di accontentarvi.

Anche in questo caso vale il detto 'il risparmio non è mai guadagno'. Non fatevi illudere da prezzi stracciati! A questo punto non rimane che correre a curiosare tra i vari corsi proposti e scegliere quello che più ci trasmette sicurezza e competenza. Siamo sicuri che con i nostri consigli, saprete scegliere il meglio per voi!

giovedì 1 agosto 2019

Sollevatori disabili, come sceglierli



Molto spesso le persone anziane o affette da disabilità, richiedono un ausilio per poter svolgere le azioni quotidiane senza compiere sforzi eccessivi. Grazie all'avanzare della tecnologia, fortunatamente al giorno d'oggi sono presenti in commercio numerossissimi stumenti finalizzati a migliorare la qualità della vita di tutti coloro che possiedono qualche difficoltà in più nello svolgere le azioni quotidiane. Un esempio di questi strumenti sono i sollevatori, che consentono all'anziano o alla persona affetta da disabilità di ridurre notevolmente gli sforzi necessari per compiere semplici azioni. Tipologie di sollevatori: Esistono diverse tipologie di sollevatori, utili per svolgere differenti attività in base alle molteplici necessità del malato:
  • Sollevatori a binario: consistono in un piccolo motore attaccato al soffitto, collegato a un binario che corre per tutta la stanza o da una stanza all'altra della casa. Questa tipologia di sollevatore è utile per trasportare il malato con assoluta facilità da una stanza all'altra e inoltre può essere utilizzata dal paziente stesso in assoluta autonomia.
  • Sollevatori portatili: essi sono costituiti da un corpo e da un braccio meccanico, e sono utilizzati per trasportare il malato da una stanza all'altra, questa volta con il necessario ausilio di una seconda persona. Appaiono facilmente trasportabili, poichè smontabili e rimontabili in poco tempo.
  • Sollevatori a parete: costituiti da un braccio elevatore, utile per sollevare il malato dal letto, dalla vasca o dal wc e fondamentali per facilitare la pulizia e le pratiche necessarie all'igiene personale del malato.
  • Sollevatori per piscina: estremamente comodi per poter trasferire il malato in piscina in assoluta sicurezza.
Come scegliere il sollevatore: Per scegliere il sollevatore più adatto alle tue esigenze, devi attentamente osservare quali sono le maggiori difficoltà che l'anziano o la persona affetta da disabilità affrontano giornalmente e dove è opportuno un ausilio. Inoltre, con i sollevatori, sono acquistabili anche delle apposite imbracature che potranno adattarsi maggiormente alle esigenze fisiche del malato. Esistono infatti imbracature destinate a:
  • trasportare il malato in posizione supina
  • alleviare il peso e la pressione su una determinata parte del corpo
  • trasportare il malato che ha subito amputazione
  • sorreggere il peso di collo e testa attraverso appositi sostegni
Dove acquistare: Oggetti di ausilio per anziani e per disabili sono acquistabili sia in negozi fisici specializzati nel settore oppure online in numerosi siti internet. Tra questi è presente il sito www.sanort.com, all'interno del quale è possibile scegliere prodotti di qualità a prezzi convenienti. E' sempre raccomandabile acquistare prodotti di questa tipologia su siti affidabili, in quanto è molto importante che la qualità di questo genere di strumenti sia adeguata e che non smettano di funzionare da un momento all'altro. Inoltre, prima di procedere con l'ordine, sarebbe preferibile chiedere consiglio a persone competenti nel setteore, in modo da poter effettuare un acquisto consapevole e opportuno rispetto alle esigenze del malato affinchè possa trarre dal prodotto il massimo beneficio possibile.